Approccio progettuale

Dalle priorità aziendali alla configurazione degli spazi

In un periodo storico caratterizzato da grandi rinnovamenti nel settore dell’arredo per l’ufficio, basti pensare alla riconfigurazione dei layout (dovuta in parte allo smart working) o ai cambiamenti a cui sono andate incontro le abitudini dei lavoratori, è l’approccio progettuale a svolgere un ruolo chiave nella differenziazione delle destinazioni d’uso previste per le aree aziendali. A un’adeguata progettazione, infatti, corrisponde un workplace planning efficace, necessario all’ottimizzazione dei flussi di lavoro. Per gestire al meglio quest’ultimi, sempre più imprese ricorrono all’implementazione di ambienti che favoriscano la comunicazione tra i dipendenti (aree break, call o meeting). Continui scambi d’informazioni agevolano le attività quotidiane di pianificazione, esecuzione e revisione. Non solo; a farsi largo all’interno degli uffici, sono tutti quegli spazi facilmente riconvertibili.

Perché scegliere Ufficio Contract?

Animata da un’ambiziosa visione aziendale, Ufficio Contract aspira a sviluppare servizi e soluzioni d’arredo che permettono alle imprese di valorizzare il proprio workplace. Grazie all’esperienza e alle caratteristiche che da sempre la contraddistinguono, la società si conferma come punto di riferimento nel campo del contract applicato all’arredo per l’ufficio. Rispetto a una produzione di stampo “retail”, ugualmente efficace per coloro che ne avessero bisogno, l’azienda premia sia l’unicità del progetto che il servizio “su misura”, affidandosi ad un approccio che possa, da un lato, intercettare le esigenze della committenza e, dall’altro, rispondere ad eventuali intoppi in fase di realizzazione. All’interno di un mercato in rapida ascesa, le soluzioni proposte da Ufficio Contract incontrano il favore di quei clienti decisi a trasformare il proprio workplace in uno spazio funzionale ed estremamente riconoscibile. La nostra idea di contemporaneità legata all’ufficio, ritrova nel comfort e nella personalità degli ambienti, i perfetti punti d’incontro.

A cosa ci dedichiamo?

Ufficio Contract provvede alla realizzazione di uffici e spazi lavorativi, ricorrendo all’ausilio di figure specializzate in diversi settori (architettura, ingegneria elettrica, design ecc…). Durevoli nel tempo, le soluzioni (di serie e su misura) presenti all’interno dei nostri cataloghi incontrano il favore di piccole/medie imprese e di grandi gruppi riconosciuti a livello nazionale. Il servizio celere e tempestivo, frutto di una ventennale esperienza sul campo e di notevoli capacità organizzative, ha permesso alla società di ritagliarsi un ruolo importante nel mondo dell’arredo per l’ufficio. Crediamo fortemente che la produttività e il benessere dei lavoratori vadano di pari passo, per tali ragioni offriamo un’ampia gamma di soluzioni appartenenti ad alcune delle realtà industriali più importanti d’Italia. 

Aree call e meeting

Per le aziende, è fondamentale affidarsi a spazi che possano tornare utili in caso di call o meeting. Optare per un Phone Booth, ad esempio, consente ai dipendenti di partecipare a chiamate o a riunioni a distanza in totale tranquillità, al riparo dal trambusto quotidiano.

Spazi riconvertibili

I benefici provocati dalla realizzazione degli spazi riconvertibili, si quantificano in termini di flessibilità: sia essa inerente alla destinazione di utilizzo prevista per ciascun ambiente, o relativa alle funzionalità dei prodotti (scrivanie regolabili in altezza, tavoli pieghevoli…).

Aree break

La funzione svolta dalle aree break, assume grande importanza dal punto di vista progettuale, poiché strettamente correlata al benessere psicofisico dei dipendenti. Questi spazi, infatti, impattano positivamente sia sulla produttività dei soggetti, che sulla coesione interna all’ufficio.

Differenze tra Contractor e Retail

Nell’ambito dell’arredo per l’ufficio, è opportuno distinguere la figura del General Contractor, dalle aziende di stampo retail. Una volta contrattualizzato l’accordo col cliente, il primo s’interessa al progetto nella sua interezza, assumendosi la responsabilità di coordinare i professionisti coinvolti al suo interno. È lui a garantire il rispetto delle tempistiche, dei costi di gestione e delle specifiche richieste, assicurando in parallelo la realizzazione d’interventi su misura. L’area di competenza del General Contractor, si estende perciò alle attività di pianificazione, logistica, realizzazione pratica, installazione, supervisione e consegna. Nel contract, ci si affida ad un approccio specifico per ciascuna commessa, proprio per questo i rilievi preliminari assumono grande importanza. Data l’unicità delle opere, la raccolta dei dati, così come il calcolo delle stime, permette al General Contractor di procedere con sicurezza e puntualità. Pertanto, è fondamentale che la commessa venga gestita al meglio, in modo tale che il servizio “chiavi in mano”, possa consolidarsi come valore aggiunto dell’intero processo.

D’altro canto, le aziende di stampo retail si affidano a prodotti standardizzati e pronti all’acquisto, facilmente reperibili presso i rivenditori. Il loro coinvolgimento, quindi, si limita alla fornitura di articoli preconfezionati, personalizzabili entro certi limiti. A mancare, oltre all’assunzione di responsabilità nella gestione globale dei progetti, è l’elevato grado di adattabilità al contesto. A differenza del General Contractor, queste imprese possono fare affidamento su economie di scala, ammortizzazione dei costi e ingegnerizzazione di prototipi. 

Il Tailor Made applicato all'ufficio

Ufficio Contract consente all’utenza di optare anche per soluzioni personalizzate. La collaborazione con professionisti qualificati, unita a un solido servizio su misura, permette alla società di ottenere dei risultati congrui alle aspettative dei nostri interlocutori. Il tailor made può interessare da vicino la realizzazione di mobili, pareti divisorie e altri complementi d’arredo, purché quest’ultimi siano effettivamente in grado di adattarsi alle richieste della committenza. Ai fini del “su misura”, è fondamentale che gli specialisti coinvolti sappiano interpretare nel migliore dei modi le esigenze più disparate, per questo affrontiamo ciascuna delle fasi realizzative ricorrendo a un approccio che possa valorizzare il concetto di personalizzazione. L’obiettivo, per noi, è quello di rendere concrete le idee della committenza, esaltando al contempo le caratteristiche di ciascun ambiente.

Rispetto delle scadenze

Per Ufficio Contract, è fondamentale rispettare i tempi di consegna del progetto. A tale scopo, è necessario:

  • DEFINIRE I TEMPI ALL’INTERNO DEL CONTRATTO
    Ci si riferisce, nello specifico, alle date di consegna, d’installazione e di completamento del progetto.
  • PIANIFICARE E COORDINARE
    È di grande rilevanza assicurarsi che la tabella di marcia possa essere rispettata dai professionisti coinvolti: architetti, designer, ingegneri, installatori.
  • SUPERVISIONARE IL PROGETTO
    È indispensabile che il General Contractor supervisioni lo stato d’avanzamento dei lavori. Il contatto diretto con responsabili e capi squadra, fornisce a quest’ultimo un quadro completo della situazione. È importante, inoltre, gestire eventuali ritardi.
  • PROPORRE ALTERNATIVE
    Nonostante l’accurata pianificaizone, è possibile che si verifichino degli imprevisti. In questi casi, bisogna intervenire proattivamente, fornendo alternative risolutive.
  • COMUNICARE IN MODO EFFICACE
    Comunicare efficacemente con le figure coinvolte è essenziale, così come aggiornare regolarmente il cliente sull’avanzamento dello stato dei lavori.
  • EFFETTUARE CONTROLLI
    Benché il rispetto per le scadenze svolga un ruolo di vitale importanza, è bene focalizzarsi sulla qualità del servizio offerto. Per questo è necessario effettuare controlli in loco.

Rispetto delle scadenze

Per Ufficio Contract, è fondamentale rispettare i tempi di consegna del progetto. A tale scopo, è necessario:

  • DEFINIRE I TEMPI ALL’INTERNO DEL CONTRATTO
    Ci si riferisce, nello specifico, alle date di consegna, d’installazione e di completamento del progetto.
  • PIANIFICARE E COORDINARE
    È di grande rilevanza assicurarsi che la tabella di marcia possa essere rispettata dai professionisti coinvolti: architetti, designer, ingegneri, installatori.
  • SUPERVISIONARE IL PROGETTO
    È indispensabile che il General Contractor supervisioni lo stato d’avanzamento dei lavori. Il contatto diretto con responsabili e capi squadra, fornisce a quest’ultimo un quadro completo della situazione. È importante, inoltre, gestire eventuali ritardi.
  • PROPORRE ALTERNATIVE
    Nonostante l’accurata pianificaizone, è possibile che si verifichino degli imprevisti. In questi casi, bisogna intervenire proattivamente, fornendo alternative risolutive.
  • COMUNICARE IN MODO EFFICACE
    Comunicare efficacemente con le figure coinvolte è essenziale, così come aggiornare regolarmente il cliente sull’avanzamento dello stato dei lavori.
  • EFFETTUARE CONTROLLI
    Benché il rispetto per le scadenze svolga un ruolo di vitale importanza, è bene focalizzarsi sulla qualità del servizio offerto. Per questo è necessario effettuare controlli in loco.

Il mancato rispetto delle scadenze potrebbe causare:

  • PROBLEMI DI PROGRAMMAZIONE
    Il mancato rispetto delle scadenze potrebbe influire negativamente sulla programmazione aziendale, soprattutto se, a dipendere dall’allestimento degli spazi, fossero piani di lavoro già prefissati.
  • COSTI AGGIUNTIVI
    Ai ritardi potrebbero corrispondere dei costi aggiuntivi per entrambe le parti. Da un lato, il cliente si ritroverebbe a sostenere spese extra per prolungare l’utilizzo di spazi temporanei, mentre dall’altro, il fornitore potrebbe essere costretto ad affrontare ulteriori esborsi per affrettare i tempi di consegna.
  • IMPATTO SULL’IMMAGINE AZIENDALE
    L’esito negativo provocato dal ritardo, potrebbe ripercuotere i propri effetti sull’immagine aziendale; basti pensare al passaparola tra competitor ed ex clienti. 
  • POSSIBILE PERDITA DEL CLIENTE
    Qualora i ritardi dovessero compromettere i piani dell’azienda, o nel momento in cui la fiducia dovesse venir meno, il cliente potrebbe decidere d’interrompere la collaborazione con il General Contractor.

Il mancato rispetto delle scadenze potrebbe causare:

  • PROBLEMI DI PROGRAMMAZIONE
    Il mancato rispetto delle scadenze potrebbe influire negativamente sulla programmazione aziendale, soprattutto se, a dipendere dall’allestimento degli spazi, fossero piani di lavoro già prefissati.
  • COSTI AGGIUNTIVI
    Ai ritardi potrebbero corrispondere dei costi aggiuntivi per entrambe le parti. Da un lato, il cliente si ritroverebbe a sostenere spese extra per prolungare l’utilizzo di spazi temporanei, mentre dall’altro, il fornitore potrebbe essere costretto ad affrontare ulteriori esborsi per affrettare i tempi di consegna.
  • IMPATTO SULL’IMMAGINE AZIENDALE
    L’esito negativo provocato dal ritardo, potrebbe ripercuotere i propri effetti sull’immagine aziendale; basti pensare al passaparola tra competitor ed ex clienti. 
  • POSSIBILE PERDITA DEL CLIENTE
    Qualora i ritardi dovessero compromettere i piani dell’azienda, o nel momento in cui la fiducia dovesse venir meno, il cliente potrebbe decidere d’interrompere la collaborazione con il General Contractor.

Teniamoci in contatto